AVVISI PUBBLICI per l’assegnazione di unità abitative destinate ai servizi abitativi pubblici disponibili negli ambiti territoriali di Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo del 27 novembre 2017

Scarica gli allegati

Cinisello Balsamo

Manuale di Supporto alla compilazione della domanda

Scarica la guida per accedere alla piattaforma regionale e compilare la domanda di partecipazione al bando.

LA PROCEDURA SPERIMENTALE REGIONALE PER L’ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI ERP

In attuazione della L.R. 16 dell’8 luglio 2016 e alla pubblicazione del suo Regolamento l’8 agosto 2017, per sperimentare la nuova procedura di assegnazione, la Regione Lombardia ha individuato due ambiti territoriali differenti:

  • l’ambito territoriale di Sesto San Giovanni, che comprende anche il comune di Cologno Monzese
  • l’ambito territoriale di Cinisello Balsamo, che comprende i comuni di Bresso, Cormano e Cusano Milanino.

COSA CAMBIA

La nuova “Disciplina dei servizi abitativi”, ha profondamente modificato il sistema di assegnazioni di edilizia residenziale pubblica in Lombardia.

Fermo restando che l’accesso all’ERP è consentito fino ad un reddito massimo ISEE pari a 16mila euro/anno, la principale innovazione riguarda i criteri di valutazione sulla base dei quali vengono stilate le graduatorie per l’accesso al servizio casa, non più basati prevalentemente sul reddito, ma su un sistema di parametri articolato che considera:

  • Il disagio abitativo
  • Il disagio familiare
  • Il disagio economico
  • L’anzianità di residenza in Lombardia e nel Comune in cui si fa richiesta di alloggio.

Inoltre, vengono rispettate quote di assegnazione che garantiscano, in ogni quartiere, un mix socio-abitativo bilanciato. Fermo restando che il 20% del totale è comunque destinato a persone in stato di povertà assoluta (già presi in carico dai servizi sociali) le percentuali di riferimento sono le seguenti:

  • 30% agli anziani
  • 20% a famiglie monoparentali
  • 15% a disabili
  • 20% a famiglie di nuova formazione
  • 10% alle forze di polizia, in quanto la presenza di rappresentanti delle forze dell’ordine è fondamentale per la percezione interna della sicurezza del luogo in cui si vive
  • 5% a categorie di rilevanza sociale individuate dai Piani di Zona, con la fondamentale collaborazione dei Comuni.

Il cittadino non concorrerà quindi per tutte le abitazioni messe a bando, ma solo per quelle destinate alla propria specifica categoria di appartenenza: accedendo alla piattaforma regionale dedicata al sito www.siage.regione.lombardia.it potrà visualizzare gli alloggi opzionabili e selezionare un massimo di cinque unità più corrispondenti ai propri bisogni. Verrà stilata una graduatoria per ogni singola unità abitativa.

Anche ALER Milano partecipa alla sperimentazione prevista dalla normativa, mettendo a disposizione il suo patrimonio disponibile nei suddetti ambiti territoriali, alloggi da assegnare tramite la partecipazione ai bandi predisposti dai comuni capofila (vedi allegati PDF).

 

I BANDI DEL 27 NOVEMBRE 2017

Sono stati indetti due bandi per l’assegnazione di 55 alloggi:

  • 50 nell’ambito territoriale di Sesto San Giovanni
  • 5 nell’ambito territoriale di Cinisello Balsamo.

I bandi decorrono dal 27 novembre 2017 al 5 gennaio 2018, termine ultimo per la presentazione delle domande di partecipazione.

Per l’ambito territoriale di Sesto San Giovanni, che ricomprende anche il comune di Cologno Monzese, vengono rese disponibili complessive 50 unità abitative:

  • 13 alloggi di proprietà comunale siti in Sesto San Giovanni
  • 24 alloggi di proprietà di Aler Milano siti in Sesto San Giovanni
  • 10 alloggi di proprietà comunale siti in Cologno Monzese
  • 3 alloggi di proprietà di Aler Milano siti in Cologno Monzese.

Per l’ambito territoriale di Cinisello Balsamo, che ricomprende anche i Comuni di Bresso, Cormano, Cusano Milanino, complessive cinque unità abitative di cui una di proprietà Aler Milano e 4 dei Comuni, così distribuite:

  • 3 alloggi di proprietà comunale siti in Cinisello Balsamo
  • 1 alloggi di proprietà comunale sito in Bresso
  • 1 alloggio di proprietà di Aler Milano sito in Bresso.

Possono partecipare al bando i cittadini in possesso dei requisiti di legge e che siano residenti o che svolgano attività lavorativa presso i comuni interessati. La domanda è compilata esclusivamente dal concorrente, solo in modalità telematica collegandosi al sito www.siage.regione.lombardia.it/procedimenti.

Il cittadino potrà richiedere assistenza mediante i canali dedicati e disponibili nella pagina di accesso al Servizio di presentazione della domanda per l’assegnazione di unità abitative destinate ai servizi abitativi pubblici: https://www.siage.regione.lombardia.it/procedimenti/

Per avere informazioni sulle modalità di iscrizione ai servizi e per problematiche tecniche il cittadino può:
telefonare al numero: 800.131.151 e seguire le istruzioni per essere indirizzati al team dedicato (Avvisi offerta abitativa).

Vi ricordiamo che il cittadino per accedere a https://www.siage.regione.lombardia.it/procedimenti/  dovrà avere:
– un indirizzo email;
– Carta regionale/nazionale dei servizi provvista di PIN e/o credenziali SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale).

Naturalmente dovrà avere anche tutte le informazioni personali richieste nella domanda.
Infine per avere il nostro supporto tecnico e richiedere di essere contattati vi forniamo questo indirizzo dedicato esclusivamente agli enti coinvolti nella sperimentazione:

presidio_sperimentazionecasa@lispa.it

Per i cittadini che desiderano assistenza nella compilazione, sono state installate apposite postazioni telematiche assistite si presso i comuni di Sesto San Giovanni che di Cologno Monzese che presso la U.O.G. di Sesto San Giovanni in via Carducci 30/36.

Presso la U.O.G. di Sesto San Giovanni è possibile essere ricevuti, previo appuntamento, nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.30 alle ore 15.30. Il recapito telefonico è 02.24938035.

Per agevolare gli interessati aventi diritto che lavorano nel capoluogo, la sede centrale di ALER Milano in viale Romagna 26 ha allestito quattro postazioni, due all’ingresso e due nel salone. Le postazioni sono accessibili previo appuntamento telefonico nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.30 alle ore 15.30. Il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00. I recapiti telefonici sono i seguenti: 02.73922335 / 02.73922950.

Operatori qualificati coadiuveranno l’utente nella procedura di inserimento dati, ma non avranno alcuna responsabilità in merito ai contenuti. L’utente autocertificherà la propria richiesta e, in caso di false dichiarazioni, ne risponderà personalmente.

Per completezza di informazioni, è pubblicata tutta la documentazione di dettaglio (Allegati in formato PDF) scaricabile e stampabile in alto su questa pagina.

 

REQUISITI E MODALITA’ DI ACCESSO

Possono concorrere al bando i cittadini in possesso dei requisiti di legge che siano residenti nei Comuni interessati o che svolgano attività lavorativa presso i comuni interessati. Riguardo l’elenco dei requisiti, la documentazione da produrre, le modalità e gli orari di accesso alle postazioni comunali assistite e le procedure, si rimanda alla lettura dei promemoria predisposti in collaborazione con i Comuni (vedi allegati 3).

Si riassumono di seguito i documenti essenziali per la partecipazione:

1) tessera sanitaria in corso di validità – CRS/CNS (Carta Regionale/Nazionale dei Servizi) e relativo PIN, oppure richiedere le credenziali SPID ( username e Password) effettuando il “riconoscimento “ presso uno dei fornitori accreditati: Poste Italiane, Aruba, Infocert, Sielte, Tim, Namiral, Register. ltre ad una marca da bollo da € 16,00 o carta di credito per il pagamento on line.

2) dati anagrafici e codici fiscali di tutti i componenti del nucleo famigliare risultante dal certificato di famiglia

3) dichiarazione ISEE rilasciata dall’Inps o dai CAF in corso di validità alla data di presentazione della domanda;

4) documento di invalidità certificato ai sensi della legislazione vigente o dai competenti organi sanitari regionali (per i richiedenti Invalidi)

5) per i nuclei famigliari in condizioni di indigenza, è fatto obbligo acquisire preventivamente l’attestazione delle condizioni di indigenza rilasciata dai servizi sociali del comune di residenza, con presa in carico ai sensi dell’articolo 23, comma 3, della L.R.. 16/2016

6) dichiarazione di alloggio antigienico accertata dall’ATS (per i richiedenti che risiedono in alloggio antigienico)

7) documentazione di cui all’art 3, comma 4 DPR 28 dicembre 2000, n 445, in corso di validità alla data di presentazione della domanda, che attesti che tutti i componenti del nucleo familiare non possiedono alloggi adeguati nel paese di provenienza, (per i cittadini di Stati non appartenenti all’unione Europea)

8) indirizzo di posta elettronica e numero di telefono cellulare.

TERMINI E SCADENZE

La raccolta delle domande parte il 27 novembre 2017 e termina il 5 gennaio 2018. Il 23 gennaio 2018 verrà pubblicata la graduatoria definitiva: ALER procederà alla verifica dei requisiti per gli alloggi di sua proprietà, i Comuni faranno altrettanto per le proprie unità abitative.

 

Per evitare disagi o inutili attese si raccomanda di partecipare non appena in possesso dei dati richiesti.